Chi (Ri)cerca trova: un ciclo di webinar di approfondimento per conoscere i risultati del progetto AGER

Pietro Paolo Arca e Antonio Piga, ricercatori dell’Università di Sassari, illustrano le innovazioni tecnologiche, in particolare gramolatura e separazione, che ottimizzano il processo di estrazione e le caratteristiche qualitative degli oli così ottenuti. I risultati presentati sono il frutto delle ricerche del progetto S.O.S. sostenuto da Ager-Agroalimentare e ricerca.

Lina Sabatino, ricercatrice dell’Università del Sannio, presenta i risultati degli studi su cellule “in vitro” che hanno confermato le proprietà antitumorali e antinfiammatorie dei polifenoli contenuti nell’olio extravergine di oliva ed estratti dai sottoprodotti della trasformazione. Lo studio è condotto all’interno del progetto VIOLIN, sostenuto da Ager-Agroalimentare e ricerca.

Valentina Giovenzana, ricercatrice dell’Università di Milano, illustra le caratteristiche di uno smart device che, attraverso analisi ottiche, determina direttamente in campo il momento ottimale per la raccolta delle olive. Il sistema è stato messo a punto dai ricercatori del progetto S.O.S., sostenuto da Ager-Agroalimentare e ricerca, ed è attualmente in corso di brevettazione.

Alfio Strano, ricercatore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, descrive la sostenibilità ambientale, economica e sociale della produzione di biogas partendo da sottoprodotti delle attività agricole. In particolare, analizza l’impatto economico della produzione di biogas ottenuto miscelando acque reflue del frantoio e digestato a dosi diverse. I risultati sono stati ottenuti dal progetto S.O.S., sostenuto da Ager-Agroalimentare e ricerca.