La XVIII edizione di “Gubbio No Borders”, il festival jazz eugubino che quest’anno si terrà dal 17 agosto al 1 settembre, è stata presentata presso la Sala degli Stemmi del Comune da Roberto Luigi Filippini, Direttore artistico, Paolo Ceccarelli, musicista e docente e Roberto Lepri, “Gubbio No Borders”. Presenti anche Cristina Colaiacovo, in rappresentanza della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, partner della rassegna di quest’anno, ed il sindaco Filippo Mario Stirati .

Un’immersione totale nel jazz per quattro giorni di musica con alcuni dei più importanti artisti del panorama italiano. Si inizierà sabato 17 agosto al Teatro Romano con Danilo Rea, Ares Tavolazzi e Ellade Bandini. A seguire, presso Palazzo Ducale mercoledì 21 agosto sarà la volta di Lorenzo Tucci & Friends e mercoledì 28 duetteranno Massimo Moriconi ed Emilia Zamuner. A chiudere, domenica 1 settembre, nel Cortile della società operaia si esibiranno i docenti e gli studenti delle “No Borders Masterclass”. Fiore all’occhiello del festival, infatti, sono proprio i seminari estivi di alto perfezionamento jazz, tenuti individualmente, modalità unica in Italia che attrae, per il secondo anno consecutivo, moltissimi iscritti, curati dai direttori didattici Leonardo Radicchi ed Andrea Angeloni. Lezioni di strumento, armonia e tecniche d’improvvisazione, stilistica e non, musica d’insieme ed, infine, jam session per un confronto diretto e stimolante con il pubblico. I corsi, articolati per livelli, vanteranno un corpo docente di spicco, che si dedicherà all’insegnamento in aule allestite presso gli studi “Al Fondino”. Un’esperienza artistica , interculturale e didattica davvero da non perdere: Gubbio No Borders rende il jazz protagonista nella cornice di incantevoli luoghi storici.