La Fondazione CDP in collaborazione con la Fondazione Generation Italy ha sviluppato un programma di formazione gratuito per gli studenti, al fine di contrastare la disoccupazione giovanile e aumentare le competenze digitali utili all’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Contesto e partnership

In Italia si registra un dato preoccupante relativo alla disoccupazione giovanile1,2 Milioni di giovani tra i 15 e i 34 anni sono senza lavoro, con picchi del 30% tra i ragazzi minori di 24 anni. (Cfr Generation Italy, ISTAT e Unioncamere).

Un altro triste record caratterizza il nostro Paese: il 22,2% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni sono NEET, ossia giovani senza occupazione e non inseriti in alcun percorso di formazione. Questo dato percentuale è il più elevato tra i Paesi dell’Unione e supera di 10 punti la media UE28.

La crisi derivante dal Covid-19 ha ulteriormente accentuato il problema, segnando una perdita di circa 600 mila posti di lavoro.

Di pari passo, paradossalmente, nel mercato del lavoro italiano le imprese faticano a coprire circa il 20% delle posizioni aperte, pari a più di 700 mila posti di lavoro.

Il progetto

Attraverso questo progetto la Fondazione CDP intende avviare una partnership con Generation Italy (Fondazione non profit nata dalla società di consulenza strategica internazionale McKinsey & Company) finalizzata alla creazione di percorsi di formazione professionale sui ruoli e le competenze più richieste dalle imprese, contribuendo a colmare il gap tra domanda e offerta di lavoro in Italia.

In virtù della partnership, la Fondazione CDP ha sviluppato con Generation Italy un modello operativo che si articola in 6 fasi:

  1. Identificazione gap rilevanti: individuazione delle professionalità maggiormente richieste dal mercato del lavoro e mappatura delle aree geografiche ad alta criticità;
  2. Set-up offerta formativa: ideazione di percorsi formativi innovativi costruiti assieme alle primarie realtà aziendali partner del progetto;
  3. Selezione: selezione dei candidati più meritevoli sulla base di test online e colloqui personali;
  4. Formazione: impostazione di attività formative con un forte approccio esperienziale e focus aziendale;
  5. Assunzione: orientamento dei candidati – arricchiti dall’esperienza formativa e con un’adeguata maturazione di competenze specifiche – al placement in azienda tramite career day e colloqui;
  6. Monitoraggio: seguire nel loro sviluppo le performance dei diplomati, al fine di implementare il modello operativo e renderlo sempre più efficace e funzionale alla valorizzazione del capitale umano.

Dopo una prima fase, conclusasi nel mese di marzo 2021, con lo scopo di individuare le professionalità maggiormente richieste dalle aziende, le aree geografiche di maggior interesse e la platea dei possibili beneficiari, nel luglio 2021 è stato avviato un corso pilota che prevede l’erogazione della formazione per un gruppo di circa 100 studenti e studentesse per qualificarli come sviluppatori Microsoft .Net, professione altamente richiesta dal mercato del lavoro.

Il corso della durata di 14 settimane è gratuito per gli studenti e prevede dopo l’attività di formazione un supporto all’attività di placement. Per accedervi non sono previsti requisiti specifici (e.g. titolo di studio, esperienze professionali, etc.) se non il superamento dei test di selezione online logico-attitudinali.
Il progetto arriverà a conclusione entro l’estate 2022.

Per saperne di più e scoprire come potersi candidare per le classi in partenza: clicca qui