francia UL16Prosegue il rapporto tra la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ed Umbria Libri, appuntamento qualificante della nostra regione e della sua offerta culturale sul territorio.
È dedicata al “Cuore d’Europa” l’edizione principale di Umbrialibri 2016 che si svolgerà a Perugia dall’ 11 al 13 novembre. L’evento, arrivato al suo XXII appuntamento, avrà come focus centrale la Francia per il suo ruolo decisivo alla costruzione di un’identità europea nel corso della storia, come emblema di questioni controverse e teatro di eventi complessi.
La manifestazione di Perugia si arricchisce anche dalla partnership di Radio 3 Rai, che ha scelto anche Umbrialibri, per trasmettere Radioeuropa. Da Fahrenheit al Teatro di Radio3, da Città Mondo, a Hollywood Party, da La Barcaccia a Radio3 Scienza, dai concerti alle interviste con scrittori, filosofi, storici e giornalisti,gli appuntamenti di Radio 3 hanno sempre fatto registrare un’affluenza notevole, con un pubblico altamente qualificato e particolarmente attento alla cultura e al mondo della lettura.
L’edizione principale di Umbrialibri, a Perugia, si svolge all’interno del Complesso monumentale di San Pietro, in Borgo XX Giugno, in collaborazione con la Fondazione per l’Istruzione Agraria, il Centro Servizi Bibliotecari dell’Università, i padri Benedettini del Monastero di San Pietro e con il diretto coinvolgimento del Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Perugia. Si tratta di uno dei complessi monumentali più antichi e più prestigiosi della città e della regione, nato prima dell’anno 1000 in un’area sacra etrusco-romana.
A Foligno l’edizione (18-20 novembre) ha come centro l’Ex Teatro Piermarini. Lo storico palazzo posto al centro della via pedonale più trafficata della città diventerà un’agorà letteraria.
A Terni, invece, la manifestazione si svolgerà al Caos (Centro Arti Opificio Siri), un’ex fabbrica chimica (SIRI) riconvertita in fabbrica della cultura.
Proprio per il suo legame con il territorio, Umbrialibri vede il pieno coinvolgimento degli editori umbri, nella duplice veste
 di espositori (una mostra permanente accompagna la rassegna all’ interno del II chiostro di San Pietro) e di promotori culturali. Lo scorso anno gli espositori locali sono stati circa 50, tra case editrici, editoria pubblica, centri di ricerca e di studio, associazioni e istituzioni culturali.

Per maggiori dettagli consultare il sito http://www.umbrialibri.com/2016/