Statuto

Scarica lo stattuto della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia approvato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro con provvedimento del 5.07.2016.


Protocollo d’intesa ACRI-MEF

A 25 anni dalla loro nascita le Fondazioni di origine bancaria guardano al futuro con la scelta dell’autoriforma

Lo spirito delle leggi Amato e Ciampi, istitutive delle Fondazioni di origine bancaria, trova oggi nuova forza applicativa con il Protocollo d’intesa firmato il 22 aprile dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e dal Presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti. Esso segna l’avvio di un’autoriforma delle Fondazioni, inteso a rafforzarne la diversificazione degli investimenti, valorizzare la trasparenza della loro attività erogativa, garantirne ulteriormente l’autonomia e l’efficacia della governance.


Regolamenti

Regolamento Unico

Scarica il Regolamento emanato dal comitato di indirizzo il 23.09.2005 ed integrato il 14.10.2013 e il 28.10.2013.


Organismo di Vigilanza

L’Organismo di Vigilanza è istituito in attuazione di quanto previsto dagli articoli 6 e 7 del D. Lgs. n. 231/2001. Ha il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli di organizzazione e di gestione della Fondazione, cura il loro aggiornamento ed è dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo. L’Organismo di Vigilanza può essere contattato tramite la mail organismo231@fondazionecrpg.com oppure scrivendo a mezzo postale alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Fondazione Cassa di Risparmio 
di Perugia
Palazzo Graziani
Corso Vannucci, 47
06121 Perugia

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha deciso di adottare il Modello in oggetto di cui al D.lgs. n. 231/2001, ritenendo che la predisposizione di un simile modello organizzativo possa contribuire a rafforzare, nell’esercizio della propria attività istituzionale, l’osservanza dei principi di legalità, integrità, correttezza e trasparenza operative nei rapporti con i terzi, nonchè la responsabilità nell’uso delle proprie risorse.


Carta delle Fondazioni

La Carta delle Fondazioni è il documento che traccia le linee guida per un orientamento comportamentale comune che, nel rispetto delle norme che disciplinano le Fondazioni, consenta di valorizzarne l’azione e rafforzarne i presidi di autonomia, responsabilità, trasparenza e indipendenza.

Ogni Fondazione, attraverso gli opportuni passaggi istituzionali, avvierà nei prossimi mesi un percorso di adozione della Carta “dando attuazione ai principi e ai criteri indicati declinandoli in piena autonomia in norme statutarie e/o regolamentari, nonché in procedure e prassi operative, secondo le [proprie] dimensioni e caratteristiche operative e istituzionali” (dal preambolo della Carta delle Fondazioni).

La Carta delle Fondazioni è stata approvata all’unanimità dall’Assemblea dei Soci di ACRI del 4 aprile 2012.
L’Assemblea del 4 maggio 2011 aveva dato il via a tale documento in quanto era stata formalizzata l’opportunità di fornire linee guida in materia di governance, di attività istituzionale e di impiego del patrimonio delle Fondazioni di origine bancaria italiane.
Alla definizione della Carta si è giunti attraverso un processo di elaborazione ispirato alla più ampia partecipazione, che ha coinvolto tutte le Fondazioni attraverso gruppi di lavoro.