Un “Bando di idee” per la promozione del patrimonio storico-culturale e il rilancio economico delle zone umbre colpite dagli eventi sismici del 24 agosto e del 30 ottobre 2016.

Arriva un nuovo intervento a sostegno delle zone terremotate da parte della Consulta delle Fondazioni di origine bancaria umbre, che ha deliberato lo stanziamento di 450.000 euro finalizzati alla realizzazione di progetti innovativi che interessano i 15 comuni che rientrano nell’area del cosiddetto “cratere”, quelli in cui il sisma ha provocato i  danni più ingenti: Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto e Vallo di Nera.

L’iniziativa è stata presentata il 18 gennaio, alle 10.30, presso il nuovo Centro Polifunzionale di Norcia alla presenza dei rappresentanti della Consulta – costituita dalle Fondazioni Cassa di Risparmio di Città di Castello, di Foligno, di Orvieto, di Perugia, di Spoleto, di Terni e Narni – e del sindaco Nicola Alemanno.

IL BANDO – Attraverso il bando si intende sostenere la conservazione e la valorizzazione del patrimonio artistico di questo territorio, premiando idee ed azioni che da una parte diano impulso all’utilizzo delle nuove tecnologie e favoriscano processi innovativi per la conoscenza, dall’altra contribuiscano allo sviluppo dei flussi turistici, con particolare attenzione ai percorsi naturalistici, enogastronomici, sportivi e culturali del territorio.

I DESTINATARI -Destinatari delle risorse sono i 15 Comuni stessi e le organizzazioni senza scopo di lucro che siano costituite da almeno tre anni dalla pubblicazione del bando e che operano nei comuni del cratere.

I PROGETTI – Il Bando intende inoltre favorire le iniziative ideate da reti di soggetti, così da coinvolgere quanto più possibile le realtà istituzionali, sociali e produttive del territorio interessato. Per tale motivo ciascuna proposta dovrà essere presentata all’interno di una partnership composta da almeno tre soggetti, incluso il proponente, così da creare partenariati forti e stabili.

LA DOMANDA – Le idee progettuali dovranno essere presentate dai soggetti capofila tramite P.E.C. all’indirizzo fondazionespoleto@pec.it o tramite Raccomandata A.R indirizzata alla Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto entro e non oltre le ore 13.00 del 31 marzo 2018. L’importo massimo erogato per ciascun progetto sarà di 150.000 euro, a cui andrà aggiunto un cofinanziamento minimo del 10% dell’importo complessivo. La selezione delle idee verrà fatta da rappresentanti della Consulta che si avvarranno di un supporto tecnico ed avverrà in due fasi: analisi di tutte le domande pervenute e, successivamente, scelta di quelle che otterranno il contributo.

Per altre informazioni www.consultafondazioniumbre.it

SCARICA IL bando-di-idee-terremoto

SCARICA LA domanda-partecipazione-bando-idee-2018

SCARICA IL manuale-di-rendicontazione-bando-idee-2018

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA CS Aree terremotate, 450mila euro con il Bando di Idee